[Update 7: It’s Happening] Sprint e T-Mobile hanno concordato la fusione, in attesa dell’approvazione normativa

[Update 7: It’s Happening]  Sprint e T-Mobile hanno concordato la fusione, in attesa dell'approvazione normativa

[Update 7: It’s Happening] Sprint e T-Mobile hanno concordato la fusione, in attesa dell’approvazione normativa

Aggiornamento 7 (2/11/20 @ 9:55 ET): Un giudice federale ha deciso di consentire il proseguimento della fusione Sprint/T-Mobile, respingendo l’impugnazione dei procuratori generali dello stato.

Aggiornamento 6 (16/10/19 @ 14:30 ET): La FCC ha votato per approvare l’imminente fusione Sprint/T-Mobile.

Aggiornamento 5 (26/07/19 @ 11:55 ET): Il Dipartimento di Giustizia ha ufficialmente approvato la fusione Sprint/T-Mobile. Dettagli di seguito.

Aggiornamento 4 (31/5/19 @ 9:28 ET): Un nuovo rapporto afferma che Sprint e T-Mobile potrebbero vendere Boost Mobile fino a $ 3 miliardi e Amazon è un acquirente interessato.

Aggiornamento 3 (22/5/19 @ 9:25 ET): Il Dipartimento di Giustizia si opporrà alla fusione Sprint/T-Mobile, secondo fonti.

Aggiornamento 2 (20/05/19 @ 15:55 ET): Bloomberg riferisce che il Dipartimento di Giustizia è contrario all’approvazione della fusione Sprint/T-Mobile.

Aggiornamento 1 (20/05/19 @ 11:10 ET): Il presidente della FCC Ajit Pai ha rilasciato oggi una dichiarazione dicendo che voterà per approvare la fusione tra T-Mobile e Sprint. Maggiori dettagli di seguito.

Presto potremmo vedere il numero dei principali operatori di telefonia mobile negli Stati Uniti diminuire da quattro a tre se le cose andranno secondo i piani. T-Mobile e Sprint hanno finalmente deciso di fondersi, a condizione che la fusione sia approvata dalle autorità di regolamentazione antitrust, cioè. Secondo quanto riferito, le società erano in trattativa per fondersi nel settembre dello scorso anno, e successivamente è stato riferito che le discussioni erano state interrotte, in gran parte a causa del controllo che Deutsche Telekom avrebbe avuto su Sprint (per non parlare anche della valutazione delle azioni della società). . Ma ora sembra che i colloqui sulla fusione abbiano finalmente portato a un accordo tra i due vettori mentre T-Mobile accetta di acquisire Sprint per $ 26 miliardi.

Inizialmente, le società avevano pianificato di fondersi nel 2014, ma ritenevano che sotto l’amministrazione Obama la fusione sarebbe stata interrotta. Entrambe le società ritengono di avere una possibilità migliore di farcela sotto l’amministrazione Trump. Se entrambe le società si fondono, ciò creerà un nuovo concorrente più capace di affrontare AT&T e Verizon. Non è noto come le autorità di regolamentazione statunitensi considereranno la fusione, poiché il mercato delle telecomunicazioni mobili negli Stati Uniti ha poca concorrenza. La riduzione del numero di imprese attive nel settore non fa che rafforzare tale oligopolio. Il primo piano per le aziende, se dovessero fondersi, è quello di implementare la prima rete 5G negli Stati Uniti a quelli che potrebbero essere potenzialmente 100 milioni di clienti.

Per quanto riguarda la struttura dell’azienda, l’attuale CEO di T-Mobile John Legere gestirà l’azienda, con l’attuale COO Mike Sievert che diventa COO e presidente della società. Il CEO di Sprint Marcelo Claure e il CEO di SoftBank Masayoshi Son siederanno entrambi nel consiglio di amministrazione della società. Deutsche Telekom deterrà una partecipazione del 42% nella società, Sprint deterrà il 27% e il resto è detenuto da azionisti pubblici. La società combinata avrà costi inferiori e maggiori economie di scala secondo T-Mobile e creerà migliaia di posti di lavoro americani. La società avrà sede a Bellevue, Washington.

Anche se va tutto bene, l’accordo dovrà prima essere approvato dagli azionisti e autorizzato dalle autorità di regolamentazione. Non si sa esattamente come andrà a finire, ma entrambe le società sono ragionevolmente fiduciose che andrà a buon fine.

Fonte: TMobile


Aggiornamento 1: approvazione della sedia FCC

Il presidente della FCC Ajit Pai afferma che voterà per approvare la fusione proposta tra T-Mobile e Sprint dopo che T-Mobile ha fatto nuove promesse per accelerare il lancio del 5G.

Due delle principali priorità della FCC sono la chiusura del divario digitale nell’America rurale e l’avanzamento della leadership degli Stati Uniti nel 5G, la prossima generazione di connettività wireless. Gli impegni assunti oggi da TMobile e Sprint avanzerebbero sostanzialmente ciascuno di questi obiettivi critici.

Pajit prosegue affermando che la fusione consentirebbe alle società di distribuire la copertura 5G al 97% della popolazione statunitense entro 3 anni dalla chiusura della fusione. Il 90% del Paese avrebbe accesso a velocità di “almeno 100 Mbps” e il 99% avrebbe accesso a velocità superiori a 50 Mbps.

La copertura rurale è una parte importante della dichiarazione di Pai. Il piano triennale di cui sopra coprirebbe “l’85% degli americani rurali” e il 90% entro sei anni.

T-Mobile e Sprint hanno promesso che la loro rete coprirà almeno i due terzi della popolazione rurale della nostra nazione con 5G ad alta velocità e banda media, che potrebbe migliorare l’economia e la qualità della vita in molte piccole città in tutto il paese.

Pai afferma inoltre che le società si sono impegnate a offrire prodotti a banda larga domestici che offriranno “a molti americani un’altra opzione per il servizio a banda larga domestica”.

Per quanto riguarda le molte preoccupazioni che le persone hanno avuto riguardo a questa fusione, Pai afferma che le società si sono impegnate a non aumentare i prezzi per almeno 3 anni e Sprint venderà Boost Mobile a una terza parte se la fusione sarà approvata.

Ora, sono stati presi molti impegni per ottenere l’approvazione di questa fusione e T-Mobile si terrà a loro.

È anche importante che le società subiscano gravi conseguenze se non rispettano i loro impegni nei confronti della FCC. Queste conseguenze, che potrebbero includere pagamenti complessivi al Tesoro degli Stati Uniti di miliardi di dollari, creano un potente incentivo per le aziende a rispettare i propri impegni in tempo.

Il 15 giugno si svolgeranno le votazioni per l’approvazione della fusione. Ha ancora bisogno dell’approvazione del Dipartimento di Giustizia prima di poter finalmente chiudere.

Fonte 1: FCC / Fonte 2: T-Mobile


Aggiornamento 2: il DOJ potrebbe non approvare

Dopo che il presidente della FCC ha rilasciato una dichiarazione di approvazione, ora si dice che il Dipartimento di Giustizia sia contrario alla fusione. La FCC e il DOJ raramente non sono d’accordo sui casi di fusione, ma il DOJ considera uno standard diverso. Sono preoccupati di come l’accordo danneggi la concorrenza e se aumenterebbe i prezzi per i consumatori. Vale anche la pena notare che il Dipartimento di Giustizia ha respinto il precedente tentativo di fusione Sprint/T-mobile.

Fonte: Bloomberg


Aggiornamento 3: DOJ contro

Lunedì è stato ampiamente riportato che il Dipartimento di Giustizia era contrario alla fusione Sprint/T-Mobile. Il dipartimento ha ora raccomandato di bloccare la fusione, secondo fonti di CNBC. La decisione è prevista tra un mese e probabilmente metterà fine ai piani di fusione, almeno questa volta.

Fonte: CNBC


Aggiornamento 4: Amazon interessata a Boost Mobile

Boost Mobile faceva parte del piano proposto da T-Mobile e Sprint alla FCC. Se approvati, sarebbero tenuti a vendere Boost a una terza parte come parte del loro accordo. Secondo quanto riferito, il Dipartimento di Giustizia era contrario alla fusione. Le aziende stanno continuando a incontrare il dipartimento e i potenziali offerenti stanno preparando offerte per Boost. Secondo quanto riferito, il vettore ha un valore fino a $ 3 miliardi.

Un nome che è saltato fuori come potenziale acquirente è Amazon. Secondo quanto riferito, sono interessati a Boost perché consentirebbe loro di utilizzare la rete “New T-Mobile” per 6 anni. Amazon non ha commentato la vicenda, ma si tratterebbe sicuramente di uno sviluppo interessante.

Fonte 1: Yahoo Finance/ Fonte 2: Reuters / Fonte 3: Reuters


Aggiornamento 5: il Dipartimento di Giustizia approva

Dopo alcuni ostacoli, la fusione Sprint/T-Mobile è ufficialmente approvata e va avanti. Il Dipartimento di Giustizia è stata l’ultima agenzia federale che doveva approvare la fusione. Il DOJ ha finalmente approvato l’accordo dopo che Dish ha accettato di acquisire Boost Mobile, Virgin Mobile, l’attività prepagata di Sprint e “alcune” attività di spettro.

Sprint e T-Mobile dovranno fornire a Dish almeno 20.000 siti cellulari e centinaia di punti vendita al dettaglio. T-Mobile è inoltre tenuta a fornire a Dish un accesso “robusto” alla sua rete per 7 anni mentre Dish costruisce la sua rete 5G. Per il DOJ è importante mantenere quattro principali vettori negli Stati Uniti. Stanno assicurando che Dish abbia le risorse per ricoprire quel ruolo.

淲Con questa fusione e la conseguente cessione, stiamo espandendo significativamente la produzione assicurando che grandi quantità di spettro attualmente inutilizzato o sottoutilizzato siano messe a disposizione dei consumatori americani sotto forma di reti 5G di alta qualità.滭/p>

Il voto ufficiale della FCC deve ancora aver luogo, ma il presidente ha già espresso il suo sostegno alla fusione e ha detto che voterà per approvare l’accordo. Inoltre, diversi avvocati statali, tra cui New York e California, hanno intentato una causa per bloccare l’accordo. Ci sono ancora alcuni posti di blocco davanti, ma la notizia di oggi è un passo importante.

Fonte: Dipartimento di Giustizia | Via: The Verge


Aggiornamento 6: Approvazione FCC

È stato compiuto un altro grande passo verso la fusione Sprint/T-Mobile. Dal nostro ultimo aggiornamento sulla situazione, stavamo aspettando che la FCC votasse. Oggi la FCC ha formalmente approvato la fusione. Il prossimo ostacolo da superare è un numero di procuratori generali statali bipartisan che stanno cercando di bloccare l’accordo con un accordo multistatale. Sprint e T-Mobile hanno dichiarato che non finalizzeranno la fusione fino a quando anche quella non sarà risolta.

Fonte: The Verge


Aggiornamento 7: sta accadendo

Nell’ultimo aggiornamento sull’imminente fusione Sprint/T-Mobile, abbiamo menzionato che l’ultimo ostacolo da superare era un gruppo di procuratori generali dello stato che stavano cercando di bloccare l’accordo. La loro argomentazione era che il passaggio da quattro a tre vettori principali avrebbe ridotto la concorrenza e comportato prezzi più elevati per i consumatori.

Il giudice Victor Marrero di New York ha respinto tale argomento, sostenendo che in realtà “aumenterebbe la concorrenza nei mercati rilevanti a vantaggio di tutti i consumatori”. Quindi ora Sprint e T-Mobile sono liberi di andare avanti con la loro fusione e, senza sorpresa, hanno confermato che finalizzeranno la fusione. L’affare potrebbe concludersi già ad aprile. Puoi leggere il nostro post precedente per sapere cosa accadrà dopo il completamento della fusione.

Via: The Verge

Leave a Reply