Le nuvole adulte ostacolano la nascita delle nuvole baby

La vista dal velivolo di ricerca DC-8 passa attraverso lo strato limite marittimo, una parte dell’atmosfera vicino alla superficie dell’oceano dove l’oceano influenza processi come la formazione delle nuvole.

pollice

Gli scienziati sono saltati sopra il cielo su un aereo della NASA e hanno scoperto che circa un terzo degli alberelli di nuvole fresche che si sono generati nell’oceano sono scomparsi nelle nuvole veterane prima che ne generassero di nuove. La scomparsa alla fine influenzerà la catena di montaggio della fabbrica di nuvole, riducendo la produzione di nuvole del bambino, che un giorno potrebbe aiutare a proteggere il pianeta.

E con la crisi climatica Sul serio, la Terra potrebbe aver bisogno di tutte le nuvole che può.

Ricevi la newsletter CNET Science

Svela i più grandi misteri del pianeta e non solo con la newsletter di CNET Science. Verrà consegnato lunedì.

La formazione delle nuvole di solito richiede alcuni composti solforati rilasciati dal plancton marino. Il rilascio si verifica quando gli animali marini affamati prendono Mordere queste creature, rompere la parete cellulare. Ma secondo uno studio pubblicato lunedì nei verbali della National Academy of Sciences, quel prezioso elemento colpisce un ostacolo quando si lavora per creare una piccola nuvola, un’altra nuvola.

“Si scopre che questa storia della formazione delle nuvole era davvero incompleta”, ha affermato Tim Bertram, professore di chimica presso l’Università del Wisconsin-Madison e autore senior del nuovo rapporto, in una dichiarazione.

Come mira la ricerca di Bertram, approfondire la nostra conoscenza della formazione delle nuvole ci aiuta a capire meglio come i cambiamenti nell’oceano influenzano la formazione di piume giganti sopra di noi. C’è una possibilità.

Le nuvole sono molto importanti per l’atmosfera terrestre. Oltre a disegnare il cielo, le nuvole riflettono la luce solare in eccesso e regolano la quantità di pioggia che riceviamo. Pertanto, in futuro, tali studi potrebbero essere utili per mappare gli impatti dei cambiamenti climatici.

L’opera di Bertram risale all’origine delle nuvole.

Le nuvole assomigliano molto allo zucchero filato, non solo a lanugine. Le particelle delle nuvole hanno bisogno di forti ancore per costruirci sopra, proprio come i dolcetti ariosi hanno bisogno di bastoncini da avvolgere. Questo perché l’acqua evaporata deve tornare liquida. La goccia deve afferrare qualcosa.

Volando intorno al mondo, Wisp compie un’impresa nel respiro del plancton. Non ci sono dubbi su come fare lo zucchero filato.

Questi organismi marini rilasciano dimetil solfuro (DMS), che contiene due atomi di carbonio e zolfo, per poi trasformarsi in acido solforico nell’aria.

L’acido solforico è uno strumento che aiuta le particelle delle nuvole ad aderire finché non crescono negli sbuffi stravaganti che ammiriamo nel cielo ceruleo. In sostanza, una massa di sostanze chimiche è come una specie di particella nuvolosa.

“Negli ultimi tre o quattro anni, abbiamo messo in dubbio parte della storia attraverso esperimenti sia di laboratorio che su larga scala. Ora, tra quelli rilasciati dall’oceano. Può collegare meglio i punti e come formare queste particelle che promuovono la formazione di nuvole. “

Bertram si riferisce a come un gruppo di scienziati ha raggiunto una nuova percezione dell’origine delle nuvole alcuni anni fa. È stato scoperto che prima che il DMS prodotto dal plancton fosse completamente convertito in acido solforico, raggiungeva uno stadio intermedio chiamato idroperossimetiltioformiato (HPMTF). A quel tempo, HP MTF era un concetto completamente nuovo.

Per capire veramente come funziona l’HP MTF nel cielo, Bertram e altri ricercatori hanno noleggiato e controllato di persona un gigantesco aereo DC-8 di proprietà della NASA.

“È un laboratorio di volo”, ha detto. “Fondamentalmente, tutti i sedili sono stati rimossi e sono state installate apparecchiature chimiche altamente accurate, consentendo al team di misurare sia le molecole rilasciate nell’atmosfera che tutti gli intermedi chimici a concentrazioni molto basse. “

Sorprendentemente, hanno calcolato che a metà stadio, circa il 36% dello zolfo necessario per formare le nuvole sarebbe stato perso nelle nuvole già presenti nell’atmosfera. Il team ha visto le nubi del bambino generarsi a velocità normale quando non c’erano altre nuvole vicino alle piantine di nubi di solfato.

“La perdita di zolfo in questa nube rallenta la formazione di piccole particelle, che rallenta la formazione dei nuclei della nube stessi”, ha detto Bertram. In futuro, dobbiamo studiare l’impatto sulla luminosità delle nuvole e altre caratteristiche.

Differenze di genere rivelate nei post dei diari durante la prima ondata di COVID-19 Le app Android per Windows 11 sono qui grazie al sottosistema Windows per Android Spio una torta di lamponi e gestisco il mio destino con gli occhi a forma di teschio Moonashees raccoglie $ 700 milioni per investire in startup latinoamericane Il concorso della NASA chiede agli studenti dall’asilo al liceo di creare un robot per scavare la luna. Ultime notizie tecnologiche

    Differenze di genere rivelate nei post dei diari durante la prima ondata di COVID-19 Le app Android per Windows 11 sono qui grazie al sottosistema Windows per Android Spio una torta di lamponi e gestisco il mio destino con gli occhi a forma di teschio Moonashees raccoglie $ 700 milioni per investire in startup latinoamericane Il concorso della NASA chiede agli studenti dall’asilo al liceo di creare un robot per scavare la luna.

Leave a Reply