Il presidente di Telstra paragona i veri esperti di salute del 5G all’anti-vaccinazione e ai movimenti della Terra Piatta

190516-01-5g-r4-huawei-1-1-antenna.jpg

Immagine: Huawei

Una volta che qualcuno crede che il 5G avrà un impatto sulla loro salute, c’è poco che cambierà la loro posizione, ha detto John Mullen all’assemblea generale annuale di Telstra in risposta a una domanda di un azionista.

5G

  • Il miglior Internet 5G da casa
  • ZTE amplia il bug bounty per concentrarsi sulla sicurezza 5G
  • I maggiori vantaggi del 5G arriveranno dove meno te li aspetteresti
  • Cos’è il 5G? La guida definitiva alla tecnologia wireless di nuova generazione

“Non c’è assolutamente uno straccio di prova che il 5G o il 4G, abbia alcun effetto dannoso sugli esseri umani”, ha detto Mullen martedì.

“E mi rendo conto che per coloro che credono – come l’anti-vaccinazione o anche la Flat Earth Society – è molto difficile cambiare l’opinione della gente”.

Mullen ha indicato l’intero settore delle telecomunicazioni, così come i governi, che stanno conducendo ricerche nell’area e ha affermato che la tecnologia non ha avuto impatti sulla salute.

“Se mai ci fosse una qualsiasi indicazione che noi e l’industria abbiamo torto, puoi essere sicuro al 100% che non solo accetteremo la responsabilità, ma lo faremo ovunque”, ha detto.

“Ma ad oggi, non ci sono assolutamente prove”.

In risposta a Mullen, l’azionista ha affermato che erano “elettricamente sensibili”, quindi “non importa cosa i tuoi studi possano o meno approvare, perché lo sento”.

“Vedo che sei una persona molto sensibile e lo sono anch’io su questo problema”, ha detto Mullen.

“Faremo la cosa giusta, te lo assicuro.”

A luglio, Telstra ha condotto un test che ha rilevato che i livelli di energia elettromagnetica utilizzati in 5G sono simili a 3G, 4G e Wi-Fi.

“Nei test che abbiamo completato all’interno di appartamenti e caffè vicino al nostro Centro di innovazione 5G a Southport sulla Gold Coast, abbiamo misurato i livelli EME 5G costantemente al di sotto dello 0,02% del limite standard ARPANSA, ovvero oltre 5.000 volte al di sotto del limite di sicurezza previsto. posto dall’ente governativo australiano responsabile dell’EME”, ha dichiarato all’epoca Mike Wood, il principale responsabile della strategia, della governance e della gestione del rischio EME di Telstra.

“In effetti, durante i test dell’appartamento, abbiamo avuto una stanza piena di ingegneri di rete che sfruttavano al massimo i loro dispositivi contemporaneamente, pur continuando a fornire quei risultati EME di oltre 1.000 volte al di sotto dei limiti di sicurezza.

“È anche importante notare che gli standard di sicurezza esistenti per EME coprono il 5G, compresi i bambini, sono conservativi e includeranno anche le frequenze mmWave più elevate da utilizzare in futuro”.

Parlando all’inizio della giornata, Mullen ha affermato che l’Australia avrebbe ricevuto una banda larga a 100 Mbps per la maggior parte della popolazione senza NBN e che Telstra è in parte responsabile di come si è comportata prima della creazione di NBN.

Al culmine della tensione tra il governo e l’allora Telstra guidata da Trujillo, la società ha presentato un’offerta non conforme poiché era preoccupata per la separazione strutturale. L’offerta ha comportato l’esclusione di Telstra dalla gara NBN emessa in quel momento.

“È mia opinione che negli ultimi 10 anni la concorrenza del settore privato tra attori forti come Telstra, Optus, TPG e altri avrebbe sempre creato 100 MB di accesso a banda larga e velocità per la maggior parte della popolazione australiana, in un panorama competitivo in corso e senza alcun costo per il contribuente”, ha detto Mullen all’AGM martedì.

“I governi avrebbero quindi potuto decidere quanti sussidi erano disposti a fornire all’industria per estendere questa copertura alle aree regionali e rurali dove l’economia del settore privato non era attraente”.

Mullen ha affermato che il costo sarebbe stato “una frazione del costo” dell’NBN, ma invece il paese è stato accomunato a un monopolio statale che dovrebbe costare 50 miliardi di dollari australiani.

“Comunque siamo arrivati ​​qui e anche Telstra deve assumersi parte della colpa per questo a causa della sua riluttanza nell’aiutare il governo in quel momento, che ci piaccia o no, l’NBN è qui per restare”, ha detto.

Copertura correlata

La pioggia svanisce sulla tua parata: perché i casi d’uso del 5G nel mondo degli affari sono ancora lontani? (Repubblica Tecnica)

mmWave 5G attualmente disponibile ha un uso pratico limitato, mentre le promesse di comunicazioni a bassa latenza non sono attualmente disponibili né di utilità pratica per le aziende.

WiFi 6 affronterà la concorrenza del 5G

L’emergere di due nuovi standard wireless indurrà i responsabili delle decisioni IT a riflettere attentamente.

L’Europa avverte che il 5G aumenterà i percorsi di attacco per gli attori statali

La crescente dipendenza dal software aumenterà l’esposizione e i paesi avranno un rischio maggiore nel fidarsi di un singolo fornitore.

I telefoni 5G rappresentano meno dell’1% delle vendite in Cina

Sebbene la maggior parte dei marchi di smartphone cinesi abbia lanciato telefoni 5G, le loro vendite in Cina rimangono una parte molto piccola a causa dei prezzi elevati e della copertura di rete limitata.

Telstra segnala lo spegnimento del 3G previsto per il 2024

Spettro da spostare sui servizi 5G.

Leave a Reply