Volvo Cars annuncia l’IPO per raccogliere quasi $ 2,9 miliardi

Volvo prevede di diventare completamente elettrica entro il 2030
Volvo prevede di diventare completamente elettrica entro il 2030.

Il marchio automobilistico svedese Volvo ha annunciato lunedì di voler diventare pubblico e raccogliere quasi 2,9 miliardi di dollari mentre passa alla produzione di veicoli elettrici, con il proprietario cinese Geely che rimane il suo maggiore azionista.

L’annuncio segna un’altra pietra miliare per la casa automobilistica che aveva lottato fino a quando Geely non l’ha acquisita dal colosso statunitense Ford per 1,8 miliardi di dollari nel 2010.

L’immagine e le vendite di Volvo sono notevolmente migliorate da allora, cavalcando l’onda della popolarità dei SUV. La società prevede di diventare completamente elettrica entro il 2030.

La casa automobilistica ha affermato che intende fare un’offerta pubblica iniziale di azioni sulla borsa di Stoccolma Nasdaq “per raccogliere proventi lordi di circa 25 miliardi di corone svedesi (2,5 miliardi di euro) e una potenziale vendita parziale di azioni da parte del principale azionista di Volvo Cars”.

Il primo giorno di negoziazione dovrebbe svolgersi quest’anno.

Si prevedeva che l’IPO “consistesse nell’emissione di nuove azioni da parte di Volvo Cars” e “una potenziale vendita parziale di azioni da parte del principale azionista di Volvo Cars”, ha affermato il gruppo in una nota.

La società ha affermato che ulteriori annunci riguardanti l’IPO saranno fatti “a tempo debito”.

Volvo Cars ha affermato che i suoi attuali azionisti istituzionali svedesi AMF e Folksam rimarranno come azionisti.

Geely Sweden, controllata al 100% da Zhejiang Geely Holding Co Ltd., intende rimanere il maggiore azionista della società.

“Volvo Cars continuerà quindi a beneficiare della cooperazione all’interno dell’ecosistema Geely, fornendo preziose sinergie di scala e di mercato”, afferma la nota.

Volvo Cars si descrive come una delle aziende automobilistiche premium in più rapida crescita al mondo in termini di vendite e ricavi.

L’IPO da 20 miliardi di dollari del concorrente di Tesla

Volvo è sopravvissuta alla crisi di Covid-19 relativamente indenne con le vendite già tornate ai livelli pre-pandemia, sebbene abbia riconosciuto che la crisi dell’offerta di chip per computer che colpisce tutte le case automobilistiche ne limiterà la crescita.

All’inizio di quest’anno ha fissato l’obiettivo di raddoppiare le vendite annuali a 1,2 milioni di veicoli entro il 2025 grazie in parte a un cambiamento nelle vendite online e a più offerte di leasing, con metà di quelle auto elettriche.

Entro il 2030 punta a essere completamente elettrico e le vendite completamente online.

La maggior parte delle principali case automobilistiche ha svelato piani per il passaggio ai veicoli elettrici poiché le normative sull’inquinamento in molte nazioni sono destinate a inasprirsi nei prossimi anni nel tentativo di rispettare gli impegni per limitare la crescita delle temperature globali.

L’annuncio di lunedì è arrivato dopo che la casa automobilistica elettrica Polestar, controllata sia da Volvo che da Geely, ha dichiarato la scorsa settimana che sarebbe stata quotata in borsa con un debutto in borsa che potrebbe valutarla intorno ai 20 miliardi di dollari.

Un concorrente europeo di Tesla, l’IPO di Polestar servirebbe a finanziare gli investimenti necessari per espandere la sua attuale gamma di due auto.


Leave a Reply