Supportati da un passaporto vaccinale, i travel manager sono “ottimisti” sul ritorno al lavoro

L’ottimismo sulla ripresa dei viaggi di lavoro ha raggiunto il suo punto più alto dallo scoppio della nuova pandemia di COVID-19. rapporto della Global Business Travel Association.

Secondo GBTA, tre acquirenti e intervistati su quattro stanno aspettando o non vogliono viaggiare nel loro ambiente attuale, in gran parte a causa della diffusione dei vaccini e dell’introduzione dei passaporti dei vaccini. Mi sento molto felice.

Tre intervistati su quattro ritengono che la distribuzione di passaporti sanitari digitali rilasciati dal governo sia molto efficace o efficace nel facilitare la ripresa dei viaggi di lavoro. Solo 1 su 10 considera l’emissione di una verifica sanitaria digitale inefficace, 渧molto inefficace o sconosciuta.滭/p>

Per regione, l’86% degli intervistati europei, il 90% degli intervistati del Regno Unito e l’89% degli intervistati canadesi sono più efficaci nel rilasciare passaporti digitali rispetto al 73% degli intervistati statunitensi. Si afferma.

Dal lato dell’offerta, più della metà (54%) degli intervistati dei fornitori ha riportato più prenotazioni da clienti aziendali nell’ultima settimana, rispetto a solo il 40% dei sondaggi GBTA檚 di aprile. Lo farò.

Nel complesso, più della metà (52%) dei fornitori e delle società di gestione dei viaggi afferma di sentirsi più ottimista sulla ripresa dei viaggi rispetto a un mese fa. Due su cinque, il 41% afferma di sentirsi allo stesso modo e solo il 7% afferma di sentirsi più pessimista.

I fornitori e i travel manager sono desiderosi di recuperare la domanda, ma molti devono far fronte a carenze di personale.

Secondo GBTA, tre fornitori e travel manager su quattro (77%) affermano che oggi il personale è molto meno o meno rispetto a prima della pandemia.

Iscriviti alla newsletter qui sotto

Quasi la metà degli intervistati ritiene che l’azienda incontrerà difficoltà nell’assumere personale a causa della carenza di candidati qualificati (47%) o dell’esitazione nell’assumere potenziali dipendenti nel settore dei viaggi (46%). Altre possibili disabilità includono i candidati (35%) che desiderano lavorare da remoto o la convalida del vaccino (15%).

Nella prospettiva del prossimo semestre, la maggior parte dei fornitori e dei travel manager (62%) prevede un aumento modesto o significativo dell’organico aziendale. Uno su quattro (27%) prevede che il personale rimanga lo stesso.

Circa la metà degli intervistati che si aspettano una crescita del personale è preoccupata che molti di coloro che hanno lasciato il settore dei viaggi avranno difficoltà a trovare candidati qualificati. Inoltre, più della metà (54%) ha difficoltà ad assumere candidati qualificati, poiché anche i concorrenti stanno riassegnando il personale.

I problemi di personale e le preoccupazioni per soddisfare la domanda di viaggio sono afflitti da aziende in ogni angolo del settore dei viaggi. Sondaggio recente L’Hospitality Asset Managers Association riporta che il personale è di primaria importanza per i gestori patrimoniali, seguito dalla domanda dei clienti e dai costi del lavoro.

Di recente, il presidente e CEO di Hilton, Chris Nassetta, ha affermato che il problema sono i vincoli di salvataggio in un momento particolare? in quanto l’hotel non dispone di personale sufficiente per servire l’hotel.

inoltre, una ricerca recente Uno studio del Castell Project ha rilevato che i dipendenti neri hanno perso la loro quota di lavoro nel settore dell’ospitalità durante una pandemia.

La divisione 3M Commercial Solutions mira ad espandersi dopo aver investito 拢 70 milioni in un nuovo impianto di produzione Engineering UpdateSuperare la carenza di terre rare nell’aggiornamento dell’ingegneria dell’economia circolareL’amministratore delegato afferma che le operazioni informatiche non sono solo sistemi.滭/a>Erling Haaland & Wolf檚 Impianto di Arnish per la costruzione di modelli subacquei per il progetto del Mar Nero

Leave a Reply