Perché il supergigante Betelgeuse si è misteriosamente oscurato l’anno scorso

Il drammatico oscuramento della stella Betelgeuse, conosciuta da molti come la “spalla destra” di Orione lo scorso anno, è stato causato da una nuvola di polvere espulsa dalla stella stessa. Gli astrofisici sono giunti a questa conclusione il 16 giugno. NaturaUtilizza l’imaging ad alta risoluzione Betelgeuse prima e dopo l’oscuramento, in combinazione con la simulazione al computer.

Betelgeuse è solitamente una delle dieci stelle più luminose del cielo notturno. Da decenni, i ricercatori sanno che passa attraverso un ciclo di oscuramento ogni 425 giorni circa, durante i quali perde temporaneamente circa un quarto della sua luminosità massima. Tuttavia, nel febbraio 2020, gli astronomi hanno notato una riduzione senza precedenti di due terzi della luminosità delle stelle. Questo è abbastanza evidente ad occhio nudo.

L’oscuramento inspiegabile ha alimentato la speculazione che le stelle stessero per esplodere. Betelgeuse è una stella supergigante rossa che è più pesante del Sole e ha una durata di vita migliaia di volte più breve, e si prevede che terminerà la sua vita con una spettacolare esplosione di supernova entro i prossimi 100.000 anni. Questo evento offre uno spettacolo che i terrestri non hanno mai visto da secoli. L’ultima supernova nella Via Lattea che può essere osservata dalla Terra è il 1604 e Betelgeuse è così vicina alla Terra da essere abbastanza luminosa. Sarà visibile durante il giorno per alcune settimane. Secondo le ultime stime, la stella dista circa 168 parsec (548 anni luce).

Tuttavia, molti astrofisici hanno avvertito che la speculazione sulla supernova è un pio desiderio. Hanno sottolineato che meccanismi più comuni, come masse di materia insolitamente fredde che appaiono sulla superficie delle stelle note come celle convettive e nuvole di polvere lungo la linea di vista, possono causare l’oscuramento. Esso.

Ora, l’astrofisico Miguel Montarg猫s dell’Osservatorio di Parigi e i suoi collaboratori hanno capito che la ragione del “grande oscuramento” è probabilmente una combinazione di entrambi questi fattori.

Il mistero è stato risolto

Il team ha utilizzato un telescopio super-grande nel deserto di Atakama in Cile per catturare una serie di immagini ad alta risoluzione delle stelle a gennaio 2019, dicembre 2019, gennaio 2020 e marzo 2020. Betelgeuse è più di 16 volte la massa del Sole e 764 volte più ampio. È così grande che se posto al centro del sistema solare, inghiottirà le orbite di tutti i pianeti fino a Marte. Gli astronomi hanno studiato Betelgeuse per 10 anni e sono stati interessati per 10 anni, spiegando che sarà una delle poche stelle che gli astronomi possono scomporre come un disco piuttosto che come un singolo punto di luce. Da fare. Vecchio quando fu la prima stella ad essere identificata nel cielo.

L’immagine mostra chiaramente che la parte inferiore sinistra della stella vista dall’emisfero settentrionale della Terra è diventata drammaticamente più scura e che la posizione delle aree scure non è cambiata sostanzialmente durante il periodo di imaging. Ciò ha mostrato che le macchie scure erano causate da una nuvola di polvere espulsa dalla stella stessa, che si muoveva approssimativamente nella direzione della linea di vista invece di passare. “Se fosse stato il passaggio di una nuvola, avrebbe attraversato le stelle”, afferma Montalges.

La spiegazione del team per l’oscuramento è che le celle convettive insolitamente fredde hanno causato un drastico calo della temperatura dell’atmosfera della stella. Di conseguenza, il gas espulso dalla stella l’anno precedente si è rapidamente condensato in polvere, bloccando la luce della stella. Questo scenario è stato quello che meglio si adatta ai dati, poiché i ricercatori hanno eseguito e confermato oltre 10.000 simulazioni al computer. La conclusione della modellazione è che entrambi gli eventi sono accaduti contemporaneamente, afferma Montarg猫s.

“Il fatto che la simulazione sia stata eseguita mi convince che la spiegazione è corretta”, ha affermato Meridis Joyce, astrofisico presso lo Space Telescope Science Institute di Baltimora, nel Maryland.

Sarebbe fantastico sapere quanti giorni e anni Betelgeuse esploderebbe come una supernova, afferma Chiaki Kobayashi, un astrofisico dell’Università dell’Hertfordshire a Hatfield, in Inghilterra. Tuttavia, i ricercatori non hanno ancora una comprensione sufficientemente dettagliata di Betelgeuse, o generalmente delle supergiganti rosse, per poter fare tali previsioni.

Questo articolo è stato riprodotto con il permesso Prima edizione 16 giugno 2021.

Il dott. Vahid Akhavan di Nova Centrix presenta “Componenti termosensibili per saldatura fotonica che utilizzano leghe di saldatura ad alta temperatura” ai vulcani SMTAI nel sud del Giappone eruttano enormi colonne di fumo Facebook prevede di cambiare nome Ekinops ed Exertis Partner per potenziare il rivenditore di tecnologia delle reti di accesso aziendale Royal Mint e Excir recupera metalli preziosi dai rifiuti elettronici Ultime notizie sulla tecnologia

    Il dott. Vahid Akhavan di Nova Centrix presenta “Componenti termosensibili per saldatura fotonica che utilizzano leghe di saldatura ad alta temperatura” ai vulcani SMTAI nel sud del Giappone eruttano enormi colonne di fumo Facebook prevede di cambiare nome Ekinops ed Exertis Partner per potenziare il rivenditore di tecnologia delle reti di accesso aziendale Royal Mint e Excir recupera metalli preziosi dai rifiuti elettronici

Leave a Reply