Nvidia renderà Fleet Command generalmente disponibile con AI Launchpad in arrivo

nvidia-fleet-command.jpg

Immagine: Nvidia

Nvidia ha annunciato martedì di aver reso generalmente disponibile il suo servizio Fleet Command. Il servizio in abbonamento consentirà alle aziende di implementare e gestire le applicazioni di intelligenza artificiale ai margini.

“In pochi minuti dall’installazione, la piattaforma consente agli amministratori di aggiungere o eliminare applicazioni, aggiornare il software di sistema via etere e monitorare lo stato di salute dei dispositivi distribuiti su grandi distanze”, ha affermato la società.

Justin Boitano, vicepresidente e direttore generale di Nvidia per l’enterprise e l’edge computing, ha affermato che Fleet Command può trasformare qualsiasi server certificato Nvidia in un “sistema di intelligenza artificiale edge sicuro”.

In combinazione con il suo prodotto Base Command lanciato di recente, Nvidia ha affermato che ora offre un processo end-to-end dalla creazione del modello AI alla produzione.

Base Command consente l’addestramento e le operazioni AI su DGX SuperPods e, grazie al collegamento con NetApp per Base Command Platform, offre anche l’accesso ai SuperPods per $ 90.000 al mese.

“L’intento qui è che i clienti possono avere accesso a questo potente supercomputer, il superpod solo a noleggio, possono sperimentarlo, possono fare il loro lavoro e da lì possono passare all’acquisizione del proprio superpod o andare e fare AI su larga scala, ad esempio nel cloud pubblico”, ha dichiarato all’inizio di questo mese il capo dell’informatica aziendale di Nvidia Manuvir Das.

Mentre Base Command consente di pianificare i lavori di intelligenza artificiale e di inserire limiti e quote di risorse per i ricercatori di intelligenza artificiale, Boitano ha affermato che Fleet Command si concentra sulla simulazione negli ambienti di produzione e sull’implementazione perimetrale.

“Non è necessario disporre di personale IT specializzato, è sufficiente avviare il sistema e, quando il sistema si avvia, lo autenticherai al servizio cloud, proprio come faresti se stai configurando un termostato intelligente in la tua casa o un altoparlante intelligente o qualsiasi altro dispositivo connesso al cloud, quindi il sistema viene automaticamente protetto”, ha affermato.

“Semplifica la gestione di una flotta distribuita di sistemi attraverso un unico pannello di controllo e garantisce che l’elaborazione sia proprio accanto al punto in cui vengono generati i dati, in modo da poter scoprire immediatamente nuove informazioni e guidare l’automazione aziendale spostando l’elaborazione fino al limite.”

Allo stesso modo, Nvidia ha collaborato con Equinix per lanciare AI Launchpad, che fornirà l’accesso in abbonamento ai SuperPod e ai server EGX all’interno dei data center Equinix.

“Il programma consente alle aziende di accedere facilmente all’infrastruttura di intelligenza artificiale in un modello di consumo simile al cloud, quindi piuttosto che acquistare server tramite capex, le aziende possono iniziare con una semplice modalità di pagamento a consumo”, ha affermato Boitano.

“Ciò offre ai clienti un modo più semplice per valutare i progetti pilota di intelligenza artificiale tramite opex, quindi ridimensionare la produzione in Equinix o acquistare lo stesso servizio per implementare il proprio data center, se lo desiderano”.

Boitano ha affermato che Nvidia stava iniziando con partner di data center che avevano le proprie capacità bare metal come servizio e, sebbene non sarebbe stato attratto dai costi tipici per utilizzare il servizio, ha detto a ZDNet che ci sarebbero volute “migliaia di dollari per andare avanti “.

AI Launchpad dovrebbe essere disponibile nell’estate dell’emisfero settentrionale.

Copertura correlata

  • I CEO di Arm e NVIDIA discutono di una controversa fusione: “Indipendenza non equivale a forza”
  • Nvidia supera gli obiettivi di guadagno per il primo trimestre, le indicazioni per il secondo sono forti
  • Il CEO di Nvidia evita l’RTX mobile a favore di GeForce Now
  • Nvidia aggiunge Base Command con SuperPod come servizio, pianifica sistemi Arm certificati nel 2022

Leave a Reply