Nasdaq, le grandi banche svelano lo scambio per la vendita di azioni private

Nasdaq ha annunciato che sta scorporo il suo scambio per la vendita di azioni private in una nuova impresa che sarà finanziata da Citi e ot
Il Nasdaq ha annunciato che sta spostando la sua borsa per la vendita di azioni private in una nuova impresa che sarà finanziata da Citi e altre grandi banche.

Il Nasdaq ha annunciato martedì che sta sostituendo il suo exchange per società non quotate in borsa, con una joint venture che riceverà finanziamenti da Goldman Sachs e da altri colossi finanziari.

Lo spin-off di Nasdaq Private Market consentirà scambi di azioni private e arriverà poiché molte aziende hanno scelto di rimanere in mani private più a lungo prima di entrare nei mercati pubblici.

La tendenza ha fatto sì che i dipendenti delle principali aziende tecnologiche, che dominano la piattaforma di trading pubblica del Nasdaq, che spesso vengono compensati in parte in azioni della società, abbiano meno opportunità di incassare.

La nuova joint venture trasformerà Nasdaq Private Market in una società autonoma finanziata da SVB, Citi, Goldman Sachs e Morgan Stanley. I termini dell’accordo non sono stati resi noti.

Avviato nel 2014, Nasdaq Private Market consente ai titoli azionari privati ​​di passare di mano e altre transazioni, come le operazioni in blocco, e ha facilitato circa 475 transazioni per un valore di oltre 30 miliardi di dollari.

La tecnologia esistente della piattaforma, le relazioni con i clienti e l’infrastruttura normativa “forniranno una solida base per la joint venture per sviluppare una suite completa di soluzioni di liquidità per le società private”, ha affermato Nasdaq in un comunicato stampa.

La piattaforma di trading aiuterà a rafforzare la fidelizzazione dei dipendenti nel settore tecnologico, “dove l’accesso al talento è una delle maggiori sfide”, ha affermato Greg Becker, amministratore delegato di SVB Financial Group, società madre di Silicon Valley Bank

“Le aziende di innovazione rimangono private più a lungo e hanno bisogno della capacità di offrire ai propri dipendenti un modo semplice e sicuro per generare liquidità mentre stanno costruendo le loro attività”, ha affermato Becker.


Leave a Reply