La piattaforma Qualcomm è pronta per i bei tempi nella realtà estesa autonoma

La piattaforma Qualcomm è pronta per i bei tempi nella realtà estesa autonoma

Hai sentito molto parlare di realtà virtuale, e non sempre con un arcobaleno attaccato. (Nicole Kobie in Alphr ha ricordato ai lettori che “i visori VR sono migliorati e i prezzi sono diminuiti. Allora perché non li vendono? Stewart indica una delle ragioni principali: gli auricolari sono scomodi. In alcuni causano anche cinetosi e sono socialmente isolanti, come la visione in entrambi gli occhi è bloccato. Oh, e sono pesanti.”)

Si è parlato molto di realtà aumentata.

Ma cosa ne pensi di XR?

Qualcomm è fortemente focalizzata su quest’ultimo, che è solo l’abbreviazione di realtà estesa. Novità di design: “Qualcomm si sta posizionando per essere il produttore di chip di riferimento dietro le esperienze mobili di VR, AR e MR.”

Chris Wiltz, redattore capo presso Novità di design, ha affermato che il termine di realtà estesa “comprende la realtà virtuale (VR), la realtà aumentata (AR) e la realtà mista (MR) e un futuro di dispositivi più eleganti, in grado di offrire esperienze XR che saranno impercettibili per gli utenti”.

È qui che Qualcomm entra in scena. Il produttore di chip “ha cercato di creare chip e altro hardware ottimizzato per XR da un po’ di tempo”, ha affermato Wiltz.

L’ultima novità in questa direzione è l’introduzione da parte di Qualcomm di una nuova piattaforma chiamata Snapdragon XR1. Questa è una piattaforma XR dedicata che Qualcomm ha affermato che è stata “progettata per rendere XR una realtà per tutti”. La piattaforma è progettata per visori AR e VR.

È qui che entra Kyle Wiggers VentureBeat è particolarmente utile per definire cosa c’è di così speciale nella nuova piattaforma. Ha preso nota che, a differenza dei precedenti progetti di riferimento, non è solo contrassegnato per la realtà virtuale. Ha citato Hugo Swart, capo della gestione aziendale XR di Qualcomm: “È costruito appositamente per VR e AR standalone. [headset] categoria,”

Fuad Abazovic in Fudzilla ha detto mercoledì che Hugo Swart di Qualcomm credeva che il mainstream standalone fosse un elemento chiave per la divulgazione di XR e che XR1 fosse il chip delle dimensioni giuste per questo segmento di mercato.

Cattura, condividi, gioca ovunque, guarda ovunque. L’annuncio è rivolto anche agli OEM, come piattaforma per lo sviluppo di dispositivi.

La piattaforma XR1 può produrre risoluzioni fino a 4K (3.840 x 2.160) in risoluzione a 60 fotogrammi al secondo su uno o due display OLED o LCD, ha affermato VentureBeat.

Aspettati più libertà di movimento: “Con tre e sei gradi di libertà (3DoF, 6DoF) di tracciamento della testa e funzionalità di controller per i dispositivi XR, la piattaforma Snapdragon XR1 offre agli utenti un maggiore livello di libertà per muoversi, interagire e giocare all’interno del loro mondo virtuale e aumentato.”

Il comunicato stampa conteneva ulteriori dettagli tecnici sull’XR1. Integra “l’architettura di elaborazione eterogenea” di Qualcomm Technologies.

Ciò include CPU multicore basata su ARM, processore vettoriale, GPU e Qualcomm AI Engine. Altre caratteristiche sono un livello di servizio software XR avanzato, l’apprendimento automatico e lo Snapdragon XR Software Development Kit (SDK).

Andando avanti, TechRadar ha affermato che Qualcomm ha già registrato alcuni produttori per utilizzare la piattaforma XR1 nei futuri auricolari. Qualcomm ha annunciato che OEMS Meta, Vive, Vuzix e Pico stavano lavorando sulla piattaforma XR1.


Leave a Reply