Kansas City collabora con Cisco e Sprint per smart city, Wi-Fi

Il potere dell'IoT e dei Big Data

Sprint implementerà una rete Wi-Fi nella sua città natale di Kansas City, Missouri, come parte di una nuova partnership con la città e Cisco per costruire una struttura di città intelligente.

La rete Wi-Fi, lungo una linea automobilistica di due miglia, costituirà la spina dorsale della città intelligente come parte della partnership pubblico-privata tra Cisco, Kansas City e Sprint.

Il potere dell’IoT e dei Big Data

Approfondiamo dove l’IoT avrà il maggiore impatto e cosa significherà per il futuro dell’analisi dei big data.

Per saperne di più

“Lo vediamo sbloccare e abilitare alcuni servizi e funzionalità molto efficienti”, ha detto il CTO di Sprint Stephan Bye alla conferenza Cisco Live a San Diego, in California, lunedì.

Con una spina dorsale di Wi-Fi e sensori distribuiti su 93.000 lampioni della città, consentirebbe alla città di gestire parcheggi, traffico, illuminazione, acqua e gestione dei rifiuti.

La prima fase del framework inizierà entro la fine dell’anno e vedrà la rete costruita, posseduta e gestita da Sprint, ma resa disponibile al pubblico e ai clienti di Sprint.

Ci sarà anche una piattaforma di servizi di mobilità aziendale, un portale di dati di laboratorio vivente sviluppato da ThinkBig Partners, chioschi digitali, gestione dell’acqua e sensori di illuminazione intelligenti installati per ridurre i costi energetici per la città.

Secondo Hugh Martin, CEO di Sensity Systems, Kansas City potrebbe risparmiare fino a 4 milioni di dollari all’anno sui costi di illuminazione passando ai soli LED. Ulteriori risparmi sui costi verranno dalla realizzazione di quei sensori di luce.

“L’efficacia dei costi deriva dal fatto che non stai installando un nuovo apparecchio. Il lavoro è pagato. Se combini queste cose, hai un modo molto conveniente per costruire una rete di sensori di luce”, ha detto.

I dati raccolti dai sensori sarebbero messi a disposizione anche degli sviluppatori, con un’API disponibile per le app per trovare il miglior utilizzo dei dati raccolti attraverso i sensori di illuminazione stradale.

“La città riesce a sfruttare tutta questa creatività, e ora c’è competizione … e questo costruisce il meglio della razza. La città [also] diventa aggiornabile”, ha detto Martin.

Ashley Hand, chief innovation officer di Kansas City, ha affermato che la partnership con Sprint e Cisco ha consentito alla città di sfruttare al meglio le risorse limitate e le infrastrutture obsolete per sviluppare una road map digitale per la città.

“Questo si basa sul nostro programma in crescita e in evoluzione di utilizzo dei dati per guidare il processo decisionale … ma coinvolge anche i nostri cittadini in nuovi modi per fornire tali informazioni”, ha affermato.

Ha affermato che la città ha lavorato su solidi principi di archiviazione e privacy per i dati raccolti e si sta assicurando che i cittadini siano consapevoli di come vengono utilizzati i dati. I cittadini stanno anche fornendo feedback attraverso un comitato consultivo intelligente del settore.

Il sindaco di Kansas City, Sly James, ha affermato che la posizione della città nel centro degli Stati Uniti ha reso fondamentale disporre di infrastrutture adeguate.

“Siamo al crocevia di questa nazione e di questo continente. Siamo praticamente nel mezzo. La struttura completa della città intelligente che lavoreremo con Cisco e Sprint per costruire… è importante quanto qualsiasi altro le altre reti che abbiamo avuto in termini di infrastruttura”, ha detto.

“Quando l’interruttore verrà lanciato all’inizio del prossimo anno. Governo di Kansas City [will be] più reattivo ed efficiente [and] identificheremo nuove fonti di reddito e identificheremo i risparmi sui costi.”

Cisco ha collaborato con oltre 90 città in tutto il mondo come parte della sua spinta verso l’Internet of Everything e le città intelligenti. Altre città che hanno collaborato con Cisco includono Chicago, Vancouver, Auckland, Brisbane e Adelaide.

Josh Taylor si è recato a San Diego come ospite di Cisco.

Leave a Reply