In Medio Oriente, BlackBerry e Nokia sono ancora più popolari di Apple e Samsung

iPhone perde terreno rispetto al Galaxy di Samsung, ma Nokia rimane al primo posto nel mercato mobile degli Emirati Arabi Uniti

In una settimana in cui speculare finita il futuro di BlackBerry è diventato l’argomento watercooler preferito dall’industria tecnologica, l’azienda può almeno trarre conforto dalla sua attività in corso in Medio Oriente.

Lunedì è arrivata la notizia che un consorzio guidato da Fairfax Financial aveva fatto un’offerta di 4,7 miliardi di dollari per la società , a seguito della sospensione temporanea delle negoziazioni a seguito di un profit warning e e 4.500 tagli di posti di lavoro .

Leggi questo

iPhone perde terreno rispetto al Galaxy di Samsung, ma Nokia rimane al primo posto nel mercato mobile degli Emirati Arabi Uniti

Negli Emirati Arabi Uniti il ​​mercato mobile è in movimento, con Android in ascesa e iOS in calo.

Per saperne di più

Tuttavia, rimane ancora una presenza considerevole in Medio Oriente. Secondo una ricerca del gruppo di analisti IDC, il produttore in difficoltà è stato il secondo fornitore di smartphone per volume nel secondo trimestre di quest’anno, dietro Samsung.

Tuttavia, nonostante la sua forte dimostrazione, come altrove nel mondo, le vendite del suo Q10 e Z10 sono stati deludenti , che rappresenta solo il 13% delle vendite totali di cellulari di Blackberry per il trimestre, ha affermato IDC.

Mentre a livello globale gli smartphone stanno vendendo più dei feature phone , in Medio Oriente ora rappresentano due telefoni su cinque venduti. Tuttavia, il volume degli smartphone venduti è in aumento, crescendo del 16,4% su base annua durante il secondo trimestre.

Android rimane il sistema operativo per smartphone più popolare nella regione, alimentando il 60% degli smartphone rispetto a circa l’80% in tutto il mondo.

È importante sottolineare che per i produttori non Android, in Medio Oriente il sistema operativo Google non ha allungato il suo vantaggio su altri sistemi operativi durante il secondo trimestre. E IDC prevede che la concorrenza degli smartphone in Medio Oriente si intensificherà durante la seconda metà dell’anno, con i sistemi operativi Tizen e Firefox basati su Linux che dovrebbero essere disponibili sui telefoni della regione.

Samsung, il produttore numero uno di smartphone in Medio Oriente, è anche al secondo posto per quanto riguarda le vendite di cellulari, con una quota di mercato complessiva del 18%. Tuttavia, Samsung domina il mercato degli smartphone in Medio Oriente, vendendo quasi la metà di tutti i telefoni, in particolare Galaxy S3 e S3 Mini, che tra loro hanno venduto più del più costoso S4.

Nuovo hardware Apple

Le vendite di telefoni Apple sono diminuite durante il secondo trimestre, rappresentando l’11,4% del mercato. Ora che il 5s e 5c sono fuori , le vendite di cellulari Apple dovrebbero aumentare ancora, anche se in questa regione è probabile che tale impatto si verifichi solo verso la fine dell’anno o all’inizio del 2014.

Il marchio qui è altrettanto popolare come altrove nel mondo, con un grande mercato grigio per i nuovi prodotti Apple negli stati del Golfo, perché di solito c’è un ritardo tra il lancio mondiale e la disponibilità in Medio Oriente.

Le nazioni del Medio Oriente non sono state tra gli 11 paesi a ricevere la prima tranche di telefoni 5s e 5c. Negli Emirati Arabi Uniti, tuttavia, alcuni rivenditori li spedivano da Hong Kong e promettevano la disponibilità il primo giorno dopo il lancio, a condizione che fossi disposto a pagare un pesante premio. Ciò includeva l’obbligatorio bling di Dubai di un iPhone 5s da 16 GB in oro per 6.000 AED (拢 1.020). Il lancio ufficiale è previsto per la fine di ottobre, anche se al momento della stesura non era stata annunciata alcuna data ufficiale.

Guarda oltre i soli smartphone e un altro produttore nelle notizie di recente detiene lo slot numero uno per le vendite complessive. Nessuna sorpresa, è Il nuovo business telefonico di Microsoft Nokia , che vende più telefoni di qualsiasi altro marchio nella regione, grazie alla sua vasta gamma di telefoni di fascia bassa.

Sebbene i paesi più ricchi della regione del Golfo, come Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita e Qatar, abbiano vendite elevate di smartphone, la combinazione di paesi più poveri del Medio Oriente e un numero enorme di lavoratori espatriati a basso reddito provenienti da nazioni come India, Pakistan e Filippine significa che le vendite di non smartphone continuano ad essere elevate. E in questo mercato, Nokia è ancora il produttore preferito di cellulari economici.

Nel complesso, Nokia detiene una quota di mercato in volume del 45 percento e, favorevolmente per i suoi nuovi proprietari, ha visto anche aumentare le vendite di smartphone durante il secondo trimestre a poco meno del 12 percento del mercato, spinto al rialzo dal suo Lumia a basso costo offerte.

Il Medio Oriente offre ai produttori un forte sbocco per nuove vendite. Offre loro il mix di paesi ricchi che vogliono acquistare gli ultimi telefoni di fascia alta con vendite in volume di telefoni di fascia bassa e più economici. Se, come previsto, Microsoft spingerà il suo sistema operativo mobile su alcuni smartphone di fascia medio-bassa della gamma Nokia, l’azienda potrebbe trovare la sua nicchia e, almeno in termini di volume, iniziare ad attaccare il dominio di Samsung e Apple lì.

Ulteriori letture

  • Ritorsione informatica: come la sicurezza sta diventando una priorità per il Medio Oriente
  • Potrebbe emergere “Nokia-Alcatel Networks” dopo l’accordo con Microsoft?
  • BlackBerry Z30: hands-on con il phablet di punta

Leave a Reply