Il nuovo bootloader Samsung Galaxy S8, S8+ e Note8 impedisce il flashing del firmware fuori regione

Il nuovo bootloader Samsung Galaxy S8, S8+ e Note8 impedisce il flashing del firmware fuori regione

Il nuovo bootloader Samsung Galaxy S8, S8+ e Note8 impedisce il flashing del firmware fuori regione

Samsung sta lanciando un nuovo aggiornamento per il Galaxy Note8. Questi aggiornamenti vengono forniti con l’aggiornamento di sicurezza di gennaio che porta alcune patch per le vulnerabilità Spectre e Meltdown, ma include anche un nuovo bootloader. Un aggiornamento che porta un nuovo bootloader sui telefoni Samsung significa che tu non è possibile eseguire il downgrade del telefono dopo averlo installato. Questo nuovo bootloader ha anche un altro sgradevole segreto: it patch l’uso dell’Odin modificato di Prince Comsy.

Odin è uno strumento Samsung utilizzato per eseguire il flashing e installare il nuovo firmware. Quando Samsung crea Android, rimuove alcune funzionalità come l’avvio rapido dal bootloader e lo sostituisce con Odin. Lo strumento Odin che abbiamo è trapelato da Samsung e funziona su tutti i moderni telefoni Samsung, ma può lampeggiare solo su dispositivi con numeri di modello corrispondenti. Ecco dove entra in gioco l’Odin modificato di Prince Comsy. Lo strumento di Prince Comsy è una versione di Odin modificata per supportare le versioni lampeggianti del software Samsung non firmate da Samsung o firmware firmato da Samsung ma per una regione diversa con lo stesso SoC.


Dal momento che Prince Comsy Odin non funziona più con questo nuovo bootloader, ciò significa che tutte le build che non sono ufficialmente firmate da Samsung non lampeggeranno. Ciò significa anche che se hai un telefono canadese e desideri eseguire il flashing del firmware statunitense, non puoi più farlo. Questo perché anche se sono firmati da Samsung, i numeri di modello non corrispondono. Sfortunatamente ciò significa anche che i proprietari di Note8 con i dispositivi Note8 del gestore non possono eseguire il flashing del firmware sbloccato negli Stati Uniti. Se provi a eseguire il flashing del firmware sbloccato dall’operatore sul telefono dell’operatore, il telefono verrà bloccato. Attualmente, non c’è modo di ripristinare da un hard brick in Odin dal nuovo bootloader.

Se utilizzi il firmware sbloccato per gli Stati Uniti e aggiorni al nuovo bootloader quando viene rilasciato, dovresti comunque essere in grado di tornare a una build del vettore, ma non saremo in grado di testarlo fino al rilascio di una build del firmware sbloccato per gli Stati Uniti con il nuovo bootloader.

Sebbene i vettori statunitensi abbiano appena rilasciato oggi le nuove build del bootloader, Exynos Note8檚 ha iniziato a ricevere l’aggiornamento di gennaio solo poche settimane fa. Questi vengono forniti con le stesse patch per il bootloader che ha modificato Odin modificato da Prince Cosmy檚. Tuttavia, le build firmate ufficiali funzioneranno ancora per il flashing.

Anche se il nuovo aggiornamento è stato implementato su Note8, il Samsung Galaxy S8 e Galaxy S8+ devono ancora riceverlo. Tuttavia, sulla beta di Android Oreo, il bootloader incluso ha le stesse modifiche apportate. Il motivo per cui il lampeggiamento di Prince Comsy Odin funziona ancora è perché il bootloader non è stato fuso, il che significa che l’efuse sulla scheda madre è stata incriminata e non consentirà a nessun programma di eseguire il downgrade. Una volta che queste build avranno la nuova revisione BLv3, sarà permanente e non sarà declassabile, quindi per gli utenti Galaxy S8, questo avrà lo stesso effetto in patch dei metodi di root e modifiche lampeggianti.

EDIT: dopo essere stato testato dal membro XDA Senior me2151, risulta che il flashing cross-regionale funziona. Il principe Comsy Odin sta funzionando, ma non possiamo testare se il lampeggio del binario di fabbrica indurrà il tuo telefono. Quindi il lampeggiamento degli Stati Uniti sbloccati su un dispositivo dell’operatore statunitense dovrebbe funzionare.

Leave a Reply