Il CEO di T-Mobile Legere potrebbe partire per WeWork

Il CEO di T-Mobile Legere potrebbe partire per WeWork
L’ascesa di T-Mobile al punto in cui si trova ora come il più innovativo e in più rapida crescita dei quattro principali operatori wireless statunitensi è iniziata quando la società ha assunto John Legere come CEO e presidente nel 2012 (ha ceduto la presidenza a Mike Sievert nel 2018). È difficile immaginare un T-Mobile senza Legere e il suo comportamento contrario alle regole. Porta i capelli lunghi da rockstar, evita abiti e cravatte per magliette magenta e non si preoccupa di insultare la concorrenza. Ma funziona tutto! All’inizio di quest’anno è stato nominato Legere il miglior dirigente wireless negli Stati Uniti per il quinto anno consecutivo. E ora che il dirigente 61enne è sul punto di lanciare la prima rete 5G a livello nazionale negli Stati Uniti e chiudere una dura battaglia per fondersi con Sprint, potrebbe lasciare l’azienda che ha portato sotto i riflettori nazionali. Di oggi Il Wall Street Journal afferma che Legere è in trattative per diventare CEO di WeWork. Quest’ultima è una società di sviluppo immobiliare che costruisce strutture da condividere per le start-up tecnologiche. La società sarebbe stata quotata in borsa, ma l’IPO è stata annullata dopo che gli investitori hanno messo in dubbio la vera valutazione dell’azienda. Il co-fondatore e CEO Adam Neumann si è dimesso e il mese scorso il proprietario di maggioranza di Sprint (per ora) SoftBank è intervenuto con un enorme investimento. SoftBank ha anche nominato il presidente di Sprint Marcelo Clare come presidente di WeWork. Claure, che una volta definì Legere un truffatore, aveva imparato a conoscerlo meglio quando entrambi seppellirono l’ascia di guerra sulla fusione T-Mobile-Sprint. E ora Claure starebbe parlando con Legere dell’assunzione della posizione di CEO in una società che l’anno scorso ha perso 2 miliardi di dollari. Ora tieni presente che anche se a Legere viene offerto questo lavoro, non vi è alcuna garanzia che lo accetterebbe. Ma SoftBank, che ha investito 18 miliardi di dollari in WeWork, sa bene anche cosa può fare Legere attraverso la sua proprietà di maggioranza di Sprint. Hanno bisogno di qualcuno che possa ribaltare con successo l’azienda e Legere ha già avuto un’incredibile inversione di tendenza al suo attivo.

Legere è entrato a far parte di T-Mobile un anno dopo che AT&T non è riuscita ad acquisire la società per 39 miliardi di dollari

Secondo il rapporto del Journal, il nuovo CEO di WeWork dovrebbe entrare a far parte dell’azienda a gennaio. Ciò potrebbe essere problematico per Legere perché sembra possibile che la fusione T-Mobile-Sprint potrebbe non essere completata fino a quando non sarà stata decisa una causa intentata da diversi procuratori generali dello stato che cercano di bloccare l’accordo. Considerando che il processo non inizierà prima del 9 dicembre, T-Mobile non prevede di poter chiudere la fusione fino al prossimo anno. Da un lato, Legere potrebbe lasciare T-Mobile su una nota positiva dopo aver lanciato la prima rete 5G a livello nazionale negli Stati Uniti. Dall’altro, Legere potrebbe decidere di rimanere dove si trova e continuare a far crescere la sua eredità nel settore wireless. Claure chiama Legere un truffatore nel 2015 - Il CEO di T-Mobile Legere potrebbe partire per WeWork Claure chiama Legere un truffatore nel 2015 Legere è entrato a far parte di T-Mobile l’anno dopo il fallimento dell’acquisizione di 39 miliardi di dollari da parte di AT&T. Incapace di ottenere l’approvazione normativa, AT&T ha ritirato l’accordo dando a T-Mobile un pacchetto di rottura che includeva $ 3 miliardi, 128 mercati AWS e un accordo di roaming 3G di 7 anni. Come un tiratore di dadi in movimento, Legere ha trasformato queste risorse in un operatore wireless pesante. Ci sono state alcune grandi decisioni prese lungo la strada; T-Mobile è stato il primo dei quattro principali vettori statunitensi a porre fine alla pratica dei prezzi sovvenzionati. Il dirigente è anche accreditato di essere stato il primo a offrire un vantaggio zero per gli abbonati con il suo piano Music Freedom. Quest’ultimo ha consentito agli abbonati con un limite di dati mensile di riprodurre musica in streaming da determinati fornitori senza utilizzare i loro dati. Pochi mesi dopo, T-Mobile ha introdotto Data Stash, che quasi tutti conoscono come dati di rollover. Ciò ha consentito agli abbonati di conservare i dati che non hanno utilizzato per un mese e di aggiungerli al loro limite di dati per il mese successivo. Il presidente di T-Mobile Mike Sievert e il CEO John Legere annunciano il lancio il 6 dicembre della rete 5G nazionale del vettore - Il CEO di T-Mobile Legere potrebbe partire per WeWork Il presidente di T-Mobile Mike Sievert e il CEO John Legere annunciano il lancio il 6 dicembre della rete 5G nazionale del vettore. Il vettore è stato uno dei primi a riportare piani dati illimitati e offre il servizio Netflix gratuito per gli abbonati con più linee su un piano idoneo. E ha anche uno dei programmi di ricompensa più longevi nel wireless con il suo vantaggio T-Mobile Tuesday. Se Legere deciderà di unirsi a WeWork, sarà una grande perdita per T-Mobile e l’industria wireless in generale.

Nuovi motivi per emozionarsi ogni settimana

Ricevi le notizie, le recensioni e le offerte più importanti sulla tecnologia mobile direttamente nella tua casella di posta

Leave a Reply