I rapporti dell’intelligence statunitense avvertono che il mondo dovrà affrontare “sfide globali più intense e incatenate” nei prossimi 20 anni

Sfide globali più frequenti e feroci Focolai di malattie, crisi finanziaria o Cambiamento climatico Oppure è probabile che le nuove tecnologie sottolineino i sistemi già vulnerabili nei governi e nelle organizzazioni internazionali nei prossimi 20 anni. Previsioni complete Modificate dall’intelligence statunitense e pubblicate giovedì.

Queste sfide possono essere esacerbate da una “mancata corrispondenza” tra ciò che la società vuole e ciò che il governo può o sta cercando di fornire, afferma il rapporto.

Si dice anche in corso Pandemia di covid-19 Pur stagnando i primi sviluppi nella riduzione della povertà e nella disuguaglianza di genere, potrebbe aver già accelerato alcune tendenze negative, tra cui il sentimento nazionalista e lo scetticismo nelle organizzazioni internazionali.

“COVID-19 ha scosso i presupposti di vecchia data sulla resilienza e l’adattamento e ha creato nuove incertezze su economia, governance, geopolitica e tecnologia”, afferma la valutazione.

L’ultima edizione dei prodotti non categorizzati pubblicati dal National Intelligence Council (NIC) ogni quattro anni, il rapporto Global Trends 2040: A More Contested World, è una “serie di possibili futuri” per i responsabili politici e il pubblico in generale. Si afferma. “Entro il 2040.

Il documento di 156 pagine mira a fungere da “valutazione del potere e della dinamica” che NIC, che fornisce al Direttore dell’intelligence nazionale un’analisi strategica a lungo termine, crede che modellerà l’ambiente della sicurezza internazionale nei prossimi anni. Lo farò. Questo è il risultato di un’ampia consultazione con esperti, accademici, gruppi internazionali e personale di diverse agenzie di intelligence statunitensi.

“Vediamo come interagiscono queste dinamiche, dalla rinascita democratica alla trasformazione della cooperazione globale causata da una tragedia condivisa, e lungo il percorso, a seconda della scelta umana, il mondo del 2040. Immaginiamo una varietà di scenari plausibili”, scrive l’autore della valutazione.

“Forniamo umilmente questa analisi. Sappiamo che in futuro ci dispiegheremo sempre in modi che non ci aspettavamo”, riflettendo solo le opinioni di NIC e attraverso le agenzie di intelligence statunitensi e la valutazione afferma che non riflette le opinioni della politica statunitense. ..

Gli autori prevedono che la concorrenza continuerà tra la Cina e la Western Union guidata dagli Stati Uniti, anche se “probabilmente non esiste un unico stato che controlli tutte le regioni o i territori”. Prevedono un “ambiente geopolitico più soggetto a conflitti e instabile”.

È probabile che anche la politica interna sia più controversa, con “regioni, ideologie o sistemi di governance che sembrano essere immuni o senza risposta”, afferma il rapporto.

Ci concentriamo sulla tendenza paradossale della “crescente frammentazione” all’interno di comunità sempre più connesse attraverso la tecnologia, la facilità di spostamento e il commercio.

Se queste connessioni si approfondiscono e si espandono, possono diventare più frammentate in base alle preferenze nazionali, culturali o politiche, ha affermato la valutazione. “Inoltre, le persone possono essere attratte da silos di informazioni di persone che condividono opinioni simili, rafforzando le loro convinzioni e la comprensione della verità”.

Secondo il documento, l’adozione diffusa di tecnologie come l’intelligenza artificiale ha chiari vantaggi per settori come l’assistenza sanitaria, i trasporti e l’istruzione, ma può anche essere un serio fattore di disturbo.

“Entro il 2040, il mondo avrà un ordine di grandezza in più di dispositivi, dati e interazioni, collegando tutti gli aspetti della vita moderna e attraversando i confini politici e sociali”, afferma la valutazione. “La privacy e l’anonimato possono essere virtualmente estinti per scelta o per ordine del governo, poiché tutti gli aspetti della vita personale e professionale sono tracciati dalla rete globale”.

“I media in tempo reale, di produzione o sintetici possono distorcere ulteriormente la verità e la realtà e destabilizzare la società a una scala e una velocità che riducono l’attuale sfida della disinformazione”, afferma il rapporto.

I paesi che riusciranno ad adattarsi ai cambiamenti avranno presto un vantaggio, che si tratti di clima, tecnologia o dati demografici.

“Gli stati più efficaci sono quelli che possono costruire consenso sociale e fiducia per un’azione collettiva sull’adattamento e utilizzare le relative competenze, capacità e relazioni di attori non statali per integrare le loro capacità. È probabile”, scrive l’autore.

Huawei Enjoy 20e con HarmonyOS 2, rilasciato MediaTek Helio P35: prezzo, specifiche I 55 migliori programmi TV da guardare ora su Netflix I medici chiedono l’approvazione della FDA per la vendita di sigarette elettroniche, diffidenti nel marketing Gli scienziati scoprono come i batteri usano goccioline di proteine ​​liquide per superare lo stress Doyobi incentrato sugli insegnanti vince un seed da 2,8 milioni di dollari presso la startup di tecnologia educativa con sede a Singapore TechCrunch Ultime notizie sulla tecnologia

    Huawei Enjoy 20e con HarmonyOS 2, rilasciato MediaTek Helio P35: prezzo, specifiche I 55 migliori programmi TV da guardare ora su Netflix I medici chiedono l’approvazione della FDA per la vendita di sigarette elettroniche, diffidenti nel marketing Gli scienziati scoprono come i batteri usano goccioline di proteine ​​liquide per superare lo stress Doyobi incentrato sugli insegnanti vince $ 2,8 milioni di seeding presso la startup di tecnologia educativa con sede a Singapore TechCrunch

Leave a Reply