I filtri economici isolano le cellule tumorali circolanti

I ricercatori dell’Università di Kumamoto in Giappone hanno progettato un filtro economico e conveniente in grado di separare le cellule tumorali circolanti dal sangue di solo 1 ml di pazienti. I filtri sensibili funzionano bene con campioni contenenti solo 5 cellule tumorali in 1 ml di sangue e, a differenza di alcune tecniche di cattura cellulare esistenti, non richiedono attrezzature o reagenti costosi. Questo filtro può aiutare a sviluppare tecniche diagnostiche che aiutano i medici a identificare precocemente il cancro.

Le cellule tumorali circolanti sono cellule che si staccano dal tumore e passano attraverso il flusso sanguigno. Sebbene rappresentino vettori per le metastasi del cancro, le cellule tumorali circolanti sono una risorsa diagnostica in gran parte non sviluppata e hanno un grande potenziale per aiutare i medici a identificare precocemente il cancro. Il successo dell’isolamento delle cellule dal sangue del paziente può fornire un segnale di allarme precoce che il cancro è presente e un marker diagnostico minimamente invasivo che richiede solo un piccolo campione di sangue.

Tuttavia, la separazione cellulare non è così facile come sembra, poiché le cellule sono solitamente presenti solo in concentrazioni molto basse. Potrebbero esserci solo poche cellule tumorali circolanti in un millilitro di sangue, ma il numero di globuli bianchi e globuli rossi può facilmente raggiungere miliardi. Gli aghi nel pagliaio non si avvicinano.

Tuttavia, i ricercatori hanno compiuto alcuni progressi nello sviluppo di tecniche in grado di separare le cellule tumorali circolanti dai campioni di sangue intero. Tuttavia, tali tecniche possono essere ingombranti o costose, possono fare affidamento su reagenti costosi e limitarne l’uso. Questa tecnologia all’avanguardia impiega aptameri di acidi nucleici e un design unico che consente alle cellule del sangue normali di fluire, creando filtri relativamente economici.

Quando il sangue viene pompato, il nuovo filtro si deforma in tre dimensioni, aprendo piccole fessure che consentono alle cellule del sangue di fluire. Tuttavia, questo effetto provoca l’aggregazione cellulare intenzionale, che fa sì che le cellule tumorali circolanti entrino in contatto con gli aptameri dell’acido nucleico presenti sulla superficie del filtro, con conseguente legame e cattura. Il nuovo dispositivo mostra già una sensibilità impressionante rispetto alle tecniche di isolamento delle cellule tumorali esistenti.

“Questo studio mostra che il nostro dispositivo di microfiltro può rilevare con precisione tracce di cellule tumorali nel sangue”, ha affermato Yutaka Nakajima, un ricercatore coinvolto nello studio. “Prevediamo che sarà utilizzato per la diagnosi e il trattamento del cancro in futuro, come la diagnosi precoce del cancro che non può essere rilevato da immagini come scansioni TC e PET, follow-up postoperatorio, monitoraggio delle recidive e trattamento su misura. Utilizzerà campioni di sangue forniti da malati di cancro per convalidare l’applicazione pratica e clinica di questo metodo. “

Impara sul diario Taranta: Rilevamento di cellule cancerose nel sangue intero mediante microfiltri deformabili dinamicamente e aptameri di acidi nucleici

via: Università di Kumamoto

Element Finance raccoglie 32 milioni di dollari per il protocollo DeFi a tasso fisso TechCrunch Windows PowerToys si sta avvicinando alla soluzione dei problemi di videoconferenza più comuni Rivoluzione Zipchain: soluzioni di trasmissione di potenza che trasformano le operazioni Coronavirus Company News Summary-Atea / Roche Gli antivirali non soddisfano gli endpoint nelle prove di fase III Adani incontra il primo ministro britannico e annuncia un impegno di 70 miliardi di dollari Ultime notizie tecnologiche

    Element Finance raccoglie 32 milioni di dollari per il protocollo DeFi a tasso fisso TechCrunch Windows PowerToys si sta avvicinando alla soluzione dei problemi di videoconferenza più comuni Rivoluzione Zipchain: soluzioni di trasmissione di potenza che trasformano le operazioni Coronavirus Company News Summary-Atea / Roche Gli antivirali non soddisfano gli endpoint nelle prove di fase III Adani incontra il primo ministro britannico e annuncia un impegno di 70 miliardi di dollari

Leave a Reply