Google ha più tracker cross-site rispetto ad altri siti web popolari

Google ha il maggior numero di tracker cross-site tra i giganti della tecnologia, secondo un nuovo studio del provider di archiviazione cloud pCloud..

Quando usi il tuo browser Per navigare tra i siti web, un tracker cross-site ti seguirà e raccoglierà dati su dove ti trovi e cosa hai fatto. Sebbene ciò aiuti a creare un’esperienza online più personalizzata, anche terze parti possono utilizzare cookie e tracker per raccogliere dati senza la tua autorizzazione.

Dopo che Google ha recentemente annunciato di aver posticipato i piani per eliminare gradualmente i cookie di terze parti in Chrome, la funzione pCloud Intelligent Tracking Prevention (ITP) Safari raccoglie dati sul numero di tracker bloccati su 88 siti Web diversi e sul numero di tracker su cui ciascuna azienda ha tutti i siti web, il nuovo studio “I cookie più invasivi del web”.

In termini di numero di volte in cui i tracker dell’azienda sono stati visti su altri siti Web, Google è in cima alla lista con 262, seguito da Facebook con 107 e Adobe con 69. Twitter e Microsoft hanno vinto rispettivamente il 4° e il 5° posto, e molti altri grandi posti. Anche marchi come SnapChat, Verizon Media, Oracle, AppNexus, Akamai, Salesforce, LinkedIn e Amazon sono stati elencati su pCloud.

Tracker cross-site

Google possiede un totale di sette tracker cross-site e pCloud ha scoperto che è stato visto 262 volte su 88 siti web analizzati dal sondaggio.

Il tracker cross-site più popolare tra i giganti della ricerca è doubleclick.net, che si trova su 70 siti Web e viene utilizzato da inserzionisti ed editori online per visualizzare annunci sui loro siti Web. Questo tracker consente a inserzionisti ed editori di vedere quali sezioni del loro sito stanno visualizzando gli utenti, consentendo loro di offrire annunci più personalizzati.

Facebook è arrivato secondo e il suo tracker è stato rilevato e bloccato 107 volte su 88 siti Web analizzati da pCloud. I siti Web popolari che includono tracker giganti dei social media includono Barclays, Booking.com, Instagram e Bumble.

Twitter era quinto, ma i suoi cookie conservano i dati dell’utente per una media di 41 giorni, con tracker come Twitter.com e Ads-Twitter. Questi tracker si trovano su 88 siti Web che sono stati analizzati 44 volte e i siti Web che li utilizzano includono Shopify, Ocado e HSBC.

Poiché le aziende stanno iniziando a utilizzare tracker tra siti per fornire maggiori informazioni Esperienza personalizzata Per i loro clienti, probabilmente non se ne andranno presto. Tuttavia, VPN Con servizio Browser anonimo Mentre sei online, puoi limitare la tua capacità di raccogliere dati sulle tue abitudini di navigazione.

Episodio 9-CSE in Medio Oriente CostcoAnywhere Visa庐 Business Card Review 2021 Gli scienziati dei cittadini aiutano a garantire la qualità del monitoraggio della biodiversità costiera Avvocato Il conflitto può avvantaggiare Activision Blizzard nei procedimenti per molestie Twitch sta testando il pulsante di riavvolgimento Ultime notizie sulla tecnologia

    Episodio 9-CSE in Medio Oriente CostcoAnywhere Visa庐 Business Card Review 2021 Gli scienziati dei cittadini aiutano a garantire la qualità del monitoraggio della biodiversità costiera Avvocato Il conflitto può avvantaggiare Activision Blizzard nei procedimenti per molestie Twitch sta testando il pulsante di riavvolgimento

Leave a Reply