Gli hacker dimostrano il gioco Kinect Dodgeball utilizzando iPhone, iPad

Emil Protalinski

Lunedì, Microsoft ha mostrato l’integrazione di Windows Phone 7 con Xbox Kinect. Martedì, gli hacker hanno mostrato l’integrazione di iPhone e iPad con Xbox Kinect.

“Il cubo è ciò che controlla quale demo è attualmente sullo schermo”, si legge nella descrizione del video. “Utilizza un accelerometro per rilevare quale lato è rivolto verso l’alto. Ciascun lato del cubo è etichettato con una demo Kinect diversa. C’è anche un Xbee e un Arduino che inviano seriale in modalità wireless al computer host. L’elaborazione prende il seriale e lo converte in OSC (Apri Sound Control) con cui Unity3d può lavorare.”

La demo di Microsoft all’inizio di questa settimana ha mostrato la console e il telefono che comunicano in tempo reale. Non è stato solo il rilevamento del movimento Kinect trasferito sul telefono, è stato l’input del giocatore dal telefono aggiunto a un gioco Kinect, trasformando il telefono in un controller ausiliario. Qui, gli hacker hanno fatto lo stesso con i dispositivi iOS.

Questo particolare hack Kinect è stato sviluppato per giocare a un gioco molto semplice di Dodgeball. Una persona sta giocando sul Kinect e il suo obiettivo è prendere le palle evitando di essere colpito. Gli altri giocatori stanno giocando sul loro iPhone o iPad e il loro obiettivo è tirare le palle al primo giocatore. Se il giocatore Kinect prende la palla, i punti vanno a quel giocatore. Più a lungo il giocatore iOS tiene premuto un pulsante su un controller iPad o iPhone, più forte viene lanciata la palla e più punti vengono assegnati.

Indipendentemente dall’azienda di dispositivi mobili scelta dall’utente, Microsoft o Apple, questo è un ottimo esempio di NUI (Natural User Interfaces) che lavora insieme. Abbiamo un giocatore che usa un touchscreen multitouch per interagire con un gioco e un secondo giocatore che usa il proprio corpo come controller di movimento per interagire con lo stesso gioco.

Ciò dimostra che i giochi multiplayer multipiattaforma stanno arrivando e che la curva di apprendimento per un gioco NUI del genere è molto, molto piatta, per tutti i partecipanti. Mostra anche qualcos’altro. Sappiamo già che il futuro dell’informatica risiede nella NUI, ma ciò che molti tendono a dimenticare è che la compatibilità tra i dispositivi è ancora più critica. Anche quando la maggior parte dei computer utilizza la NUI invece della GUI, il grande ostacolo in quel nuovo mondo sarà se si integrano perfettamente tra loro, lo stesso problema che abbiamo ancora oggi.

https://www.youtube.com/watch?v=3NMerVZkXXA

Di Emil Protalinski per Tra le righe | | Argomento: iPhone

Mostra commenti ACCEDI PER COMMENTARE

| Linee guida comunitarie

Partecipa alla discussione

Aggiungi il tuo commento Aggiungi il tuo commento

Newsletter

Vedere Tutti Vedere Tutti

ZDNet Connettiti con noi

  • Temi
  • Gallerie
  • Video
  • Narrazioni sponsorizzate
  • Non vendere le mie informazioni
  • A proposito di ZDNet
  • Incontrare la squadra
  • Tutti gli autori
  • Feed RSS
  • Mappa del sito
  • Politica di ristampa
  • Gestisci | Disconnettersi
  • Unisciti | Accesso
  • Adesione
  • Newsletter
  • Sito web di supporto
  • Accademia ZDNet

Leave a Reply