Commonwealth Bank rileva un quarto di partecipazione in Tangerine e More Telecom

gettyimages-1211801588.jpg

Immagine: Getty Images

Giovedì la Commonwealth Bank of Australia (CBA) ha annunciato di aver acquisito una partecipazione del 25% nella società dietro Tangerine e More Telecom, una coppia di rivenditori NBN con sede a Melbourne.

La banca ha dichiarato che offrirà ai suoi 11 milioni di clienti di servizi bancari al dettaglio scontati NBN e servizi a banda larga. A maggio, la banca ha acquisito livelli di capitale simili in un paio di startup per offrire offerte relative allo shopping online e alla ricerca di un fornitore di energia.

“Il costo medio mensile di Internet in Australia è uno dei più costosi al mondo e siamo in una posizione unica per aiutare i clienti a gestire questi costi”, ha affermato Angus Sullivan, dirigente del gruppo CBA per i servizi bancari al dettaglio.

“Lo faremo utilizzando la nostra tecnologia per fornire offerte personalizzate tramite l’app CommBank a quei clienti che sappiamo trarranno vantaggio dal cambio di provider di banda larga”.

Sullivan ha aggiunto che i clienti potrebbero potenzialmente visualizzare le bollette di More Telecom e Tangerine e l’utilizzo della banda larga nell’app CommBank in futuro.

La Commonwealth Bank ha recentemente potenziato la funzionalità della sua app CommBank, grazie al Consumer Data Right, una funzionalità che consente agli utenti di visualizzare i saldi di altre banche è attualmente in fase di sperimentazione.

Da parte sua, le società di telecomunicazioni hanno affermato che stavano cercando di firmare un accordo all’ingrosso per i servizi mobili 5G. Telstra è attualmente il provider di rete mobile per le società di telecomunicazioni.

“I consumatori spesso non prendono in considerazione la possibilità di cambiare il proprio provider NBN, ma attraverso questa partnership con Commonwealth Bank possiamo anche programmare offerte speciali e attivazioni a banda larga in linea con l’acquisto di una nuova casa da parte del cliente o l’aggiornamento del proprio indirizzo di casa o della propria attività”, co- ha detto il fondatore Andrew Branson.

Le società di telecomunicazioni sono di proprietà privata.

Per i sei mesi fino alla fine del 2020, CBA ha registrato un profitto semestrale di 4,9 miliardi di dollari australiani, un calo del 21% rispetto al periodo precedente dell’anno precedente.

Copertura correlata

  • AGL fa la sua mossa nella rivendita di servizi NBN
  • La banda larga australiana si sposta nello spazio delle etichette bianche
  • CBA si concentra sull’applicazione di un’IA responsabile seguendo il progetto pilota del quadro etico nazionale
  • Commonwealth Bank assumerà 50 ingegneri al mese
  • Commonwealth Bank si impegna per un futuro basato sul cloud

Leave a Reply