Chrome di Google abbraccia finalmente Do Not Track, ma con un avvertimento

Gli attacchi del capo digitale dell'UE Do Not Track

Google è diventato l’ultimo grande fornitore di browser ad abbracciare lo standard Do Not Track, con il rilascio di Chrome 23 martedì.

Leggi questo

Gli attacchi del capo digitale dell’UE Do Not Track “annacquamento”

Il commissario per l’agenda digitale Neelie Kroes ha denunciato i tentativi di inserzionisti e professionisti del marketing di ignorare le preferenze sui cookie dei navigatori del Web quando si tratta di essere tracciati, affermando che lo standard DNT è nell’interesse di tutti.

Per saperne di più

Do Not Track (DNT) è un’opzione nei browser e in altri sistemi connessi a Internet che consente agli utenti di comunicare ai siti Web che non desiderano essere tracciati durante la navigazione. Si trova già in Internet Explorer, Firefox, Safari e iOS 6 , ma Google, un’azienda per la quale il monitoraggio web è un’attività fondamentale, fino a questa settimana è stata la grande resistenza.

La nuova versione di Chrome è stata rivelata martedì in un post sul blog dell’ingegnere di Google Ami Fischman, il quale ha avvertito che, quando si tratta di DNT, i risultati possono variare.

“L’efficacia di tali richieste dipende dal modo in cui i siti Web e i servizi rispondono, quindi Google sta lavorando con altri su un modo comune per rispondere a queste richieste in futuro”, ha scritto.

In effetti, il significato di DNT è oggetto di un intenso dibattito in gran parte dell’industria tecnologica. Sebbene il tipo di tracciamento che si intende bloccare sia generalmente opera di società di marketing e pubblicità, quelle stesse società sono state cercando di litigare che DNT dovrebbe ignorare i loro sistemi di tracciamento.

Il mese scorso, il commissario europeo per il digitale Neelie Kroes frustrazione espressa a quello che lei chiamava “l’annacquamento dello standard”. Ha detto che DNT ha dovuto “costruire sul principio del consenso informato, dando alle persone il controllo sulle proprie informazioni”.

Aggiornamenti di Chrome

Per quanto riguarda Google, coloro che abilitano DNT in Chrome ora vedranno un messaggio di avviso che afferma: “Molti siti Web continueranno a raccogliere e utilizzare i dati di navigazione, ad esempio per migliorare la sicurezza, fornire contenuti, servizi, annunci e consigli sui propri siti Web e per generare statistiche di segnalazione”.

DNT non era l’unica nuova funzionalità di Chrome 23, poiché l’aggiornamento rende anche molto più semplice visualizzare e controllare le autorizzazioni di un sito Web specifico. Laddove in precedenza gli utenti dovevano accedere alle pagine delle impostazioni se volevano sapere cosa stava cercando di fare una pagina Web con la geolocalizzazione, l’accesso alla fotocamera e i pop-up, queste informazioni sono ora visualizzabili semplicemente facendo clic sulla pagina o sull’icona del lucchetto accanto all’URL.

Il post sul blog di Fischman ha anche elogiato l’uso da parte di Chrome dell’accelerazione GPU per i video. Le GPU consumano meno energia delle CPU e l’ingegnere ha notato che le cariche dei laptop nei test di Google “sono durate il 25% in più quando è stata abilitata la decodifica video accelerata dalla GPU”.

Leave a Reply