Airbnb, resiliente alla pandemia, va avanti con l’IPO

Airbnb, resiliente alla pandemia, va avanti con l'IPO
In questa foto di file del 22 febbraio 2018, il co-fondatore e CEO di Airbnb Brian Chesky parla durante un evento a San Francisco. Tredici anni dopo che i suoi fondatori hanno affittato per la prima volta materassi ad aria nel loro appartamento di San Francisco, Airbnb sta facendo il suo tanto atteso debutto in borsa. La società di home sharing ha valutato le sue azioni a $ 68 ciascuna alla fine di mercoledì 9 dicembre 2020, dandogli un valore complessivo di $ 47 miliardi. A partire da giovedì, sarà negoziato sul mercato azionario Nasdaq con il simbolo “ABNB”. (Foto AP/Eric Risberg, file)

Airbnb ha dimostrato la sua resilienza in un anno che ha sconvolto i viaggi globali. Ora deve dimostrare agli investitori che vede più crescita in futuro.

La società di home sharing con sede a San Francisco fa il suo tanto atteso debutto sul mercato pubblico giovedì. La società ha valutato le sue azioni a 68 dollari l’una mercoledì sera, per un valore complessivo di 47 miliardi di dollari, secondo una persona a conoscenza della transazione che non era autorizzata a parlare perché l’importo non era ancora stato reso pubblico. Le azioni verranno negoziate sul mercato azionario Nasdaq con il simbolo “ABNB”.

Airbnb ha raccolto 3,7 miliardi di dollari nella sua offerta, diventando così la più grande IPO degli Stati Uniti quest’anno, secondo Renaissance Capital, che tiene traccia delle IPO. La società aveva inizialmente fissato un intervallo di prezzo compreso tra $ 44 e $ 50 per le sue azioni, ma all’inizio di questa settimana lo ha aumentato a un intervallo compreso tra $ 56 e $ 60, indicando un aumento della domanda degli investitori.

La quotazione di Airbnb arriva il giorno dopo che un’altra società con sede a San Francisco, DoorDash, è salita alle stelle attraverso l’offerta pubblica iniziale, la seconda più grande dopo quella di Airbnb. Le azioni di DoorDash sono aumentate dell’85,8% per chiudere a $ 189,51. L’app per la consegna dei pasti ha raccolto $ 3,4 miliardi con la sua offerta.

Airbnb vuole aggiungere più host e proprietà, espandersi in mercati come India, Cina e America Latina e attirare nuovi ospiti.

Innanzitutto, dovrà recuperare. Airbnb攚hich non ha mai registrato un profitto annuale: le sue entrate sono scese del 32% a 2,5 miliardi di dollari nei primi nove mesi di quest’anno, poiché il coronavirus ha costretto i viaggiatori a cancellare i loro piani. La società ha ritardato la sua IPO, inizialmente pianificata per le operazioni finanziate dalla primavera, con $ 2 miliardi di prestiti. A maggio, Airbnb ha tagliato 1.900 dipendenti, il 25% della sua forza lavoro, e ha interrotto i programmi non correlati al suo core business, come la produzione di film.

Ma nei mesi successivi, l’attività di Airbnb è rimbalzata più velocemente degli hotel poiché i viaggiatori si sono sentiti più sicuri prenotando case private lontano dai centri affollati durante la pandemia. A Miami, ad esempio, l’occupazione degli affitti a breve termine ha raggiunto l’83% a ottobre, mentre l’occupazione media degli hotel era del 42%, secondo STR, una società di dati sugli alloggi.

Airbnb ha affermato che il numero di notti ed esperienze prenotate, che è crollato del 72% ad aprile rispetto ai livelli di un anno fa, è diminuito del 20% a settembre. Airbnb ha debuttato con le esperienze, dai corsi di cucina alle lezioni di surf, nel 2016.

Airbnb ha ora 7,4 milioni di annunci, dai castelli alle case sugli alberi, in 220 paesi. Sono gestiti da 4 milioni di host. La società controlla circa il 39% del mercato globale degli affitti a breve termine, secondo Euromonitor. È leader di mercato in Europa, ma segue VRBO, una società di affitti per le vacanze di proprietà di Expedia, in Nord America.

Guardando al futuro, Airbnb pensa che potrebbe vedere un aumento degli affari da parte di persone in grado di lavorare da remoto.

“Riteniamo che i confini tra viaggiare e vivere si stiano confondendo e che la pandemia globale abbia accelerato la possibilità di vivere ovunque”, ha affermato Airbnb in un recente documento finanziario.

Potrebbe anche espandere ulteriormente la sua offerta in boutique hotel, come segnalato con l’acquisto del 2019 del fornitore di camere d’albergo dell’ultimo minuto Hotel Tonight.

Tuttavia, Airbnb riconosce che sarà difficile e costoso attirare nuovi host e ospiti. Il suo tasso di crescita dei ricavi stava già rallentando negli anni precedenti la pandemia.

“Penso che l’azienda trarrà vantaggio dalla domanda di viaggi repressa una volta che il vaccino sarà ampiamente distribuito, ma perché qualcuno dovrebbe voler acquistare un’attività non redditizia legata ai viaggi con una crescita in rallentamento?” ha affermato Scott Rostan, CEO di Training the Street, che fornisce consulenza agli analisti di Wall Street.

Airbnb è nato 13 anni fa nell’appartamento di San Francisco condiviso da Brian Chesky, il CEO dell’azienda e Joe Gebbia, che guida il suo studio di design e Airbnb.org, il suo braccio di beneficenza.

Chesky e Gebbia stavano cercando un modo per sovvenzionare il loro appartamento. Quando hanno saputo che in città si stava svolgendo una conferenza sul design e che gli hotel erano pieni, hanno aperto un sito web, irBedandBreakfast.com, e affittato materassi ad aria. Hanno tre acquirenti. Nel 2008, hanno formato una società con Nate Blecharczyk, un ingegnere del software.

La condivisione in casa non era una novità. VRBO è stato lanciato nel 1995. Booking.com, un altro rivale più vecchio con sede ad Amsterdam, offre principalmente camere d’albergo ma si è anche ramificato in case vacanze.

Ciò che Airbnb ha fatto diversamente è stato concentrarsi sull’accessibilità, permettendo agli host di affittare stanze libere e divani letto, ha affermato Tarik Dogru, un assistente professore al Dedman College of Hospitality della Florida State University che studia Airbnb. Gli ospiti si sono allontanati nei quartieri più di quanto farebbero se soggiornassero in un hotel.

“Airbnb ha offerto quella sensazione di autenticità a coloro che la stanno cercando”, ha affermato Dogru.

Questo a volte è stato un problema. L’azienda ha fatto arrabbiare alcune città, che l’accusano di promuovere l’eccesso di turismo e di rendere i quartieri meno accessibili togliendo le abitazioni dal mercato. Los Angeles, Parigi e persino la città natale di Airbnb, San Francisco, hanno approvato leggi che ne limitano gli affitti.

La rapida crescita di Airbnb (il numero di host e di annunci attivi è cresciuto di oltre il 20% sia nel 2018 che nel 2019), inoltre ha reso difficile per l’azienda garantire la qualità. Lo scorso novembre, Airbnb ha promesso di verificare tutti i suoi annunci per assicurarsi che corrispondano alle foto sul suo sito. Ha anche trascorso l’ultimo anno rimuovendo le case delle feste e inasprendo le regole per gli ospiti dopo una sparatoria mortale nel 2019 a una festa illegale di Airbnb in California.

I rapporti con i padroni di casa e gli ospiti sono stati a volte difficili. Dopo molteplici segnalazioni di comportamenti razzisti nei confronti degli ospiti, Airbnb ha istituito una dichiarazione di non discriminazione che tutti gli ospiti e gli host devono firmare. Non mostrerà la foto del profilo di un ospite fino a quando una proprietà non viene prenotata, quindi un host non può negare una stanza in base alla razza di un ospite.

E all’inizio di quest’anno, gli host si sono ribellati dopo che la società ha permesso agli ospiti di cancellare le prenotazioni e ottenere rimborsi completi a causa della pandemia. Airbnb ha risposto promettendo $ 250 milioni agli host per aiutare a colmare il deficit.

Cary Gillenwater, professore universitario e host di Airbnb a Duivendrecht, nei Paesi Bassi, ha affermato che la società non gli ha fornito molta assistenza finanziaria, anche se ha permesso a molti ospiti di annullare senza penali.

Gillenwater di solito guadagna più di $ 21.000 ogni anno affittando una stanza nella sua proprietà con ingresso indipendente. Quest’anno sarà fortunato a guadagnare $ 2.500. Sta cercando di affittare la stanza agli impiegati da usare durante il giorno.

Nonostante la sua esperienza, sta pensando di investire in Airbnb e pensa che continuerà a crescere. La condivisione della casa è inestimabile per la sua famiglia di cinque persone, ha detto, perché è difficile trovare stanze d’albergo abbastanza grandi.

“Sento che c’è un futuro per loro, ma prima dobbiamo superare tutto questo”, ha detto.


Leave a Reply